Russia: polizia in uffici Navalny, arresti; oggi la manifestazione

Nel giorno in cui a Mosca è attesa la manifestazione per chiamare i russi a boicottare le presidenziali di marzo, agenti delle forze dell'ordine sono arrivati nella sede del Fondo anti-corruzione dell'oppositore Aleksei Navalny, sostenendo di dover cercare una bomba. Lo ha riferito la portavoce dello stesso Fondo, Kira Yarmysh sul canale YouTube 'Navalny-Live'. L'edificio è stato evacuato e diversi collaboratori del Fondo sono stati arrestati. Secondo quanto riportato sempre dalla Yarmysh, la polizia ha fermato gli avvocati del Fondo, il leader del progetto 'Navalny.novosti' e il responsabile dell'ufficio. Dopo essere stato escluso dalla corsa al Cremlino per i una condanna con condizionale per frode - in un caso da lui ritenuto montato per tenerlo fuori dalla politica - Navalny ha indetto per oggi manifestazioni in diverse città del paese per protestare contro quelle che denuncia come elezioni non democratiche. A Mosca e San Pietroburgo i suoi sostenitori scenderanno in piazza senza l'autorizzazione dei rispettivi comuni, che avevano proposto ai manifestanti di svolgere la protesta in zone periferiche invece che in centro, come da loro richiesto. Nella capitale l'appuntamento è per le 12 ora italiana in via Tverskaya. 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it