Roma: Gentiloni, governo c'è ma da Comune sospettosa riluttanza

 "Il governo non sta alla finestra rispetto alle corsie alle difficoltà che attraversa la capitale". Lo ha detto il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni partecipando all'iniziativa Una Costituente per Roma. "Noi siamo il governo della Repubblica e nei confronti di una città come Roma abbiamo ovviamente uno spirito di collaborazione anche se dall'altra parte c'è spesso una sospettosa riluttanza ad accettare questa collaborazione", ha aggiunto Gentiloni. "Il governo c'è", ha concluso il premier, "perchè questa magia universale merita respiro lungo, grande e ambizioso lavoro". Sul caso Roma èintervenuto anche il ministro Calenda: il tavolo, ha detto, "andrebbe istituzionalizzato a patto che la richiesta sia condivisa dalla sindaca. Che si impegni a partecipare in prima persona mettendoci anche capitale politico". "Per Roma non possiamo pensare di stare fermi sulla riva del fiume aspettando che passi il cadavere" ha aggiunto Calenda.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it