Rifiuti: Pizzarotti, Roma? Inefficienti chiedono aiuto efficienti

"Se la Regione Emilia Romagna rispetto alla richiesta del Lazio valuterà di fare una richiesta formale al Comune, ritengo che sarà un tema da Consiglio Comunale, più che uno scambio di battute da campagna elettorale di fine anno sui quotidiani. Parma non si sottrae al senso di responsabilità istituzionale, ma è bene chiarire un punto: in cinque anni la nostra città ha raggiunto l'80% di raccolta differenziata, divenendo uno dei modelli di eccellenza in Italia e in Europa": così il sindaco di Parma Federico Pizzarotti sull'emergenza rifiuti della capitale in vista della feste che ha fatto partire un sos nei confronti dell'Emilia Romagna: la questione sarà discussa in regione giovedì prossimo, ma la scelta potrebbe ricadere proprio su Parma che all'epoca dell'avvento grillino fece del tema termovalorizzatore un fiore all'occhiello della sua campagna elettorale e che oggi può contare sull'impianto di smaltimento più moderno e tecnologico della Regione. "In poche parole, chi è più inefficiente chiede sostegno a chi è efficiente, ma questo è un alibi che non deve diventare un fatto sistematico-spiega Pizzarotti, nel frattempo riconfermato come sindaco di Parma con lista civica, in un post su Facebook - Se tutte le città facessero come noi non ci sarebbe bisogno di queste richieste. Questo vale per Roma, per il Lazio e per l'Emilia Romagna". 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it