Referendum: i vescovi, sì ad autonomie ma in una logica unitaria

Referendum: i vescovi, sì ad autonomie ma in una logica unitaria

I vescovi non scomunicano il referendum per le autonomie celebrato in Veneto e Lombardia. Ma avvertono: "Le autonomie possono essere utili sui temi per le quali sono necessarie, ma vanno sviluppate senza rinunciare a una logica unitaria". A pronunciarsi, a margine della presentazione della Settimana Sociale, che si aprirà giovedì a Cagliari con un video messaggio di Papa Francesco, è stato il presidente della Commissione Episcopale per il lavoro e i problemi sociali, l'arcivescovo di Taranto Filippo Santoro. "Come vescovo del Mezzogiorno - ha spiegato - mi stanno a cuore anche i problemi del Nord e credo che in una logica di sviluppo unitario certe autonomie possono aiutare. E' chiaro che va privilegiata comunque la ricerca di una inclusività e del dialogo, fondamentale è infatti l'apertura al Mediterraneo come lo è l'integrazione europea. Al contrario, non bisogna andare verso uno spezzettamento delle regioni, che ci priverebbe degli interlocutori per questo dialogo indispensabile".



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it