Pregiudicato ucciso a Palermo, arrestato lo zio

Risolto in tempi record dalla polizia di Stato l'omicidio di ieri sera a Palermo, in Fondo Picone, dove un giovane pregiudicato di 29 anni, Dino Salvato, è stato ucciso con un colpo di pistola alla testa. Arrestato dalla Squadra mobile lo zio della vittima, Alfonso Vela, fermato quasi nell'immediatezza dei fatti e interrogato per tutta la notte. Poco prima delle 14 ha lasciato la Squadra mobile per essere condotto in carcere. L'uomo avrebbe pienamente ammesso le sue responsabilità e che ha sparato dopo una violenta lite. Tra le piste per ricostruire il movente, quella che riconduce a contrasti economici nel mercato 'povero' del ferro usato. 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it