Pil: Upb, su stima pesa anche incertezza scelte nuovo governo

Pil: Upb, su stima pesa anche incertezza scelte nuovo governo

Sull'andamento dell'economia italiana pesano i rischi legati alle tensioni internazionali e all'incertezza sulle scelte di politica economica del nuovo governo che si formerà dopo le elezioni di marzo. Lo sottolinea l'Ufficio parlamentare di bilancio nella nota sulal congiuntura in un capitoletto intitolato "rischi per la previsione".
    "I fattori di rischio che caratterizzano lo scenario di previsione - spiega l'Upb - derivano principalmente dall′andamento delle variabili internazionali. Il quadro globale, assunto come base per le proiezioni macroeconomiche, presuppone il contenimento delle tensioni geopolitiche, il graduale evolvere del processo di normalizzazione delle politiche monetarie nelle maggiori economie, l’assenza di brusche correzioni nei mercati finanziari e il mantenimento del grado di apertura internazionale dei sistemi economici. Episodi rilevanti di instabilità o rottura che si verificassero su questi fronti potrebbero avere ripercussioni sulla crescita mondiale, sulle quotazioni delle materie prime e sui mercati azionari con effetti avversi per le esportazioni e le decisioni di spesa interna dell′Italia. Ai fattori di incertezza di origine internazionale - conclude l'Upb - si aggiunge l′elemento specifico al quadro macroeconomico italiano relativo alle scelte di politica economica che saranno adottate dal nuovo Governo". 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it