Pensioni: Gentiloni, principi validi ma possibili correttivi d'intesa col sindacato

Pensioni: Gentiloni, principi validi ma possibili correttivi d'intesa col sindacato

I principi generali della norma sull'aspettativa di vita rimangono validi e non possono essere messi in discussione, pena la credibilità internazionale del Paese. 
E' quanto avrebbe detto il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, all'incontro con i sindacati. Secondo quanto riferiscono fonti sindacali, Gentiloni ha mostrato la volontà di individuare con le parti sociali dei correttivi per sottrarre alcune categorie di lavoratoti all'automatismo dell'età pensionabile in ragione della gravosità dei mestieri

L'adeguamento dell'età pensionabile all'aspettativa di vita - avrebbe spiegato Gentiloni - non è una decisione di questa legge di bilancio. E' una norma varata dai governi precedenti che già è stata attuata due volte in questi anni. Il parlamento è naturalmente sovrano ma noi non escludiamo che si possa correggere qualcosa in un tavolo tecnico di confronto con le parti sociali. 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it