Pasqua e sicurezza: a Roma mobilitati 10,000 uomini per le festività

La mobilitazione di 10.000 uomini h 24 per garantire la sicurezza di Roma e dei sette eventi presieduti da Papa Francesco nella Città Eterna durante le festività pasquali: il piano è stato messo a punto in un tavolo tecnico presieduto dal Questore di Roma Guido Marino, e prevede cinque giorni di sorveglianza intensificata a partire dal Giovedì santo. Il piano, previsto in una ordinanza di servizio di 52 pagine, si dispiega sin dalle periferie anche con controlli mirati nei pressi delle occupazioni, dove sono presenti numerosi cittadini stranieri provenienti dagli sbarchi. Privilegiata l'attività di polizia in divisa per alimentare la percezione di sicurezza dei numerosi turisti e pellegrini in arrivo a Roma, per un weekend pasquale che va verso il tutto esaurito. Sorvegliata speciale la "green zone", dove le forze dell'ordine saranno supportate da un reticolo di telecamere di videosorveglianza che conta oltre un centinaio di apparati. Misure particolari sono previste per la via crucis al Colosseo, nella serata di venerdi', e per la Santa Messa del giorno di Pasqua, entrambe celebrate dal Papa.
Doppia area di sicurezza per entrambi gli eventi; nove varchi controllati con metal detector per la via crucis; sette varchi per l'area di San Pietro. A supporto dell'attivita' delle pattuglie ordinarie, in campo i reparti speciali della Polizia di Stato e dell'Arma dei Carabinieri, impiegati in funzione di prevenzione ma pronti ad intervenire in caso di criticità. 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it