Migranti: Netanyahu ha annullato l'accordo con Unhcr

Migranti: Netanyahu ha annullato l'accordo con Unhcr

Il premier israeliano, Benjamin Netanyahu, ha annullato l'accordo con l'Alto commissariato per i rifugiati dell'Onu (Unhcr) per il ricollocamento di oltre 16.000 richiedenti asilo africani verso Paesi occidentali. Nella notte il premier israeliano, sull'onda delle proteste di Italia e Germania, e dei malumori interni al governo, aveva già sospeso l'intesa. Ieri, nel dare comunicazione dell'accordo adesso annullato, Netanyahu aveva affermato che Israele avrebbe respinto i migranti verso Paesi Occidentali, e aveva menzionato Italia, Germania e Canada. Subito era venuta una smentita dalla Farnesina e dal Viminale, ma era esploso egualmente un caso politico con il centrodestra in prima linea contro l'ipotesi annunciata dal premier israeliano. Netanyahu aveva poi precisato che solo a titolo esemplificativo aveva citato Italia, Germania e Canada, ma non era bastato a placare la polemica.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it