Mattarella sui diritti umani, "serve un'alta soglia di vigilanza" 

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha invitato a mantenere ad essere sempre vigili sul rispetto dei diritti umani. "Un'alta soglia di vigilanza deve accompagnarci, per assicurare livelli di protezione sempre più elevati nei confronti delle vittime, con il concorso sia delle agenzie specializzate, sia delle organizzazioni della società civile attive nella difesa dei diritti umani", si legge in una dichiarazione diffusa in occasione della Giornata mondiale. "Con l'adozione, quasi 70 anni fa, della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo, l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite non ha soltanto fatto propria una serie di principi di fondamentale importanza giuridica e politica, ma ha fornito alla comunità internazionale uno strumento essenziale per orientare l'attività degli Stati verso il riconoscimento e la tutela dei diritti di ogni persona", ha ricordato il Capo dello Stato. "A testimonianza della duratura universalità dei valori che l’hanno ispirata, rilevanti nel 1948 come oggi, la Dichiarazione mantiene intatto il suo carattere di attualità. E' questo il senso della Giornata dei diritti umani, celebrata oggi in tutto il mondo per ricordarci che il rispetto per la dignità umana e la promozione dei principi di uguaglianza e giustizia costituiscono i pilastri di una società giusta, capace di rispettare le differenze e di valorizzare il contributo che ciascuno offre al benessere generale", ha osservato ancora Mattarella.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it