Macerata: Gentiloni, nazismo e fascismo fuori dalla Costituzione

Episodi come quelli di Macerata, secondo il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, non possono essere minimizzati o giustificati. Gentiloni, nel corso ci un appuntamento elettorale a San Benedetto del Tronto, ha toccato gli episodi di cronaca nel capoluogo marchigiano, sottolineando: "A quei fenomeni criminali che sparano per strada in base al colore della pelle, dobbiamo rispondere applicando la legge e poi con la vicinanza nei confronti della comunità maceratese. Inoltre - ha aggiunto - non bisogna consentire a nessuno di minimizzare o giustificare comportamenti di questa natura, che non lo sono in nessun modo. Bisogna dire in maniera netta che atteggiamenti e discorsi che si rifanno al nazismo e al fascismo sono fuori dalla Costituzione della Repubblica italiana".



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it