Libia: ambasciatore Perrone, la sorte di Haftar "è una incognita"

Libia: ambasciatore Perrone, la sorte di Haftar "è una incognita"

L'incertezza che regna sulla sorte del generale Khalifa Haftar si riflette su tutto il quadro libico come una "incognita". Lo ha detto l'ambasciatore italiano a Tripoli, Giuseppe Perrone, che ha aggiunto di non avere "informazioni dirette" sullo stato di salute dell'uomo forte della Cirenaica, in cura a Parigi. Nel corso di una intervista a RaiNews 24 il diplomatico ha fatto il punto sull'incontro avuto oggi con il premier Fayez al Serraj, sottolineando che quello relativo ad Haftar e a una "eventuale successione" a quest'ultimo è un tema "caldo" in Libia, poichè il generale "ha una personalità molto forte che ha condizionato nel bene e nel male il processo politico" del paese. "L'incertezza su Haftar", ha spiegato, "non deve far venir meno la necessita' di un accordo" tra Tripoli e la Cirenaica, che dia il via a un processo di "riconciliazione" dopo il quale sarà possibile tenere elezioni i cui risultati siano "riconosciuti da tutti". 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it