Il carabiniere 'assediato' a Latina ha ucciso le due figlie e si è sparato

Il carabiniere 'assediato' a Latina ha ucciso le due figlie e si è sparato
Alessandro Serranò / AGF
Luigi Capasso, appuntato dei Carabinieri (a destra), [AGF]

E' finita in tragedia la follia del carabiniere che stamattina a Latina ha sparato alla moglie e si è poi barricato in casa con le due figlie di 7 e 13 anni. Il militare si è suicidato e le due bambine sono morte: questa la scena che si è presentata alle forze dell'ordine riuscite a entrare nell'appartamento dopo ore di assedio. La moglie, ferita molto gravemente, è ricoverata al San Camillo di Roma. La coppia si stava separando e questa sarebbe la causa scatenante della violenza del carabiniere, che aveva 43 anni ed era originario di Napoli. 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it