In 10.000 a Como per il corteo antifascista, Boldrini, "troppa indulgenza" 

Una grande folla, 10.000 persone secopndo gli organizzatori, si è radunata sul lungolago di Como per la manifestazione contro ogni forma di fascismo e intolleranza, promossa dal Pd dopo il blitz naziskin nella città lariana. "Quello che sta accadendo in Italia, i diversi episodi di intolleranza e fascismo, fanno parte di un clima che "nasce da lontano, una parte di questo Paese non ha mai fatto i conti col fascismo", ha detto dal palco la presidente della Camera, Laura Boldrini,"ci sono degli ambienti nel nostro Paese che hanno sempre voluto essere indulgenti nei confronti del fascismo, parlando di un fascismo buono e un nazismo cattivo". "Ma questo", ha aggiunto, "non risponde a verità: il fascismo è sempre stato violento, ha sempre messo a tacere il dissenso e portò l'Italia in un baratro. Il Parlamento votò anche le leggi razziali. Dunque non ci sono sconti possibili rispetto al fascismo. Abbiamo leggi, devono essere rispettate senza sconti". "Non siamo di fronte a bravate", ha concluso, "ma di fronte a gruppi organizzati che vogliono minacciare l'assetto e i valori della nostra democrazia. Bisogna fare sul serio". 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it