Germania: Seehofer lascia vertice Csu, Merkel perde un alleato

Al centro delle polemiche dopo il fallimento della CSU alle elezioni del 24 settembre, Horst Seehofer, storico leader bavarese, ha rinunciato alla presidente del Land, e a partire dal 2018 sarà rimpiazzato dal ministro delle Finanze Markus Soeder. Finisce così la lunga lotta interna nel partito alleato a livello federale con la CDU di Angela Merkel. Alla riunione del gruppo parlamentare dei cristiano-sociali, Seehofer ha annunciato di volersi ricandidare alla presidenza del partito al congresso di dicembre a Norimberga per la presidenza della CSU, ma rinuncia a ripresentarsi come governatore della Baviera, il più grande Land tedesco.
    E in seguito a un'altra rinuncia, annunciata dal ministro dell'Interno bavarese Joachim Herrmann, sarà ora il ministro delle Finanze Markus Soeder, 50 anni, a succedere a Seehofer come capolista e a guidare il partito alle regionali del prossimo anno. Soeder appartiene all'ala più conservatrice della CSU ed è stato particolarmente critico con la politica sui rifugiati della cancelliera Angela Merkel.
 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it