Gb: molestie, vedovo Jo Cox lascia le ong a nome della moglie

Gb: molestie, vedovo Jo Cox lascia le ong a nome della moglie
Foto: Niklas Halle'n / Afp 

Sull'onda dello scandalo degli abusi sessuali computi nelle ong, cade un'altra vittima illustre: il marito di Jo Cox, la deputata laburista 41enne, che fu uccisa a sangue freddo da uno squilibrato sostenitore della Brexit il 16 giugno 2016, una settimana prima del referendum. Brendan Cox ha deciso di lasciare le due organizzazioni di beneficenza intitolate alla moglie perchè è spuntata la notizia di molestie sessuali contro colleghe donne. Gli episodi, rivelati dal Mail on Sunday, risalgono a prima della morte della donna.
    Cox, 39 anni, padre di due bambini si è assunto la piena responsabilità dei suoi atti: ha ammesso che la sua condotta verso le donne durante il suo impegno con "Save The Children" ha causato problemi alle vittime, si è scusato e, tra le lacrime, ha annunciato le sue dimissioni dalla "Jo Cox Foundation" e la "More In Common".
      Tra gli episodi emersi, quando molestò da ubriaco una dipendente di un ente di beneficenza a Londra, costringendola contro un muro fuori da un bar e tenendola per la gola, le disse "Voglio f....". L'incidente lo costrinse a lasciare Save The Children. 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it