Foodora: Boccia, rispettare regole e non creare precarietà

Foodora: Boccia, rispettare regole e non creare precarietà 

Il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, commenta la decisione del Tribunale del lavoro di Torino che ha respinto il ricorso dei sei rider di Foodora, la società tedesca di food delivery, e sottolinea che "il punto è rispettare le regole del gioco, non creare nuove precarietà e costruire elementi sostanziali di occupazione e di lavoro". Secondo Boccia, "è chiaro che questo nuovo mondo del lavoro deve da un lato tutelare il lavoro in senso lato e dall'altro costruire occasioni di lavoro, in particolare per una componente determinante del nostro Paese che sono i giovani. I grandi esclusi nel nostro Paese, nel dibattito e dappertutto, sono i giovani. La nostra idea è che un grande piano di inclusione giovani che parta dalla detassazione e decontribuzione per l'assunzione nei primi anni - ha concluso il rappresentante degli industriali - è un elemento importante del Paese che riguarda il sud, il centro e il nord". 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it