Favori fiscali a Ikea: Bruxelles avvia inchiesta

La Commissione europea ha avviato un'indagine approfondita per aiuti di Stato illegali sul trattamento fiscale favorevole riservato dall'Olanda a Ikea attraverso due 'tax ruling' (decisioni anticipate in materia fiscale, ndr) del 2006 e 2011. Lo ha annunciato l'esecutivo comunitario. Grazie a una complessa rete di imprese, il colosso svedese avrebbe spostato denaro e profitti tra Olanda, Lussemburghese e Liechtenstein. Il meccanismo avrebbe permesso al colosso svedese di eludere centinaia di milioni di tasse in tutta l'Unione europea. Secondo uno studio dei Verdi all'Europarlamento realizzato nel 2016, attraverso due fondazioni con sede in Lichtenstein e in Olanda, Ikea sarebbe riuscita a eludere circa un miliardo di euro di tasse tra il 2009 e il 2014.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it