Esplosione Livorno: dieci indagati per la morte dei due operai

Esplosione Livorno: dieci indagati per la morte dei due operai
 (Afp)
 Livorno

Sarebbero dieci gli indagati per la morte di Lorenzo Mazzoni, 25 anni, e di Nunzio Viola, 52 anni, i due operai rimasti uccisi nell'esplosione della cisterna all'interno del porto industriale di Livorno. Lo scrive il quotidiano 'Il Tirreno' citando fonti della Procura di Livorno. Fra i dieci indagati vi sarebbero i vertici della Labromare, l'azienda di bonifiche ambientali della quale i due operai erano dipendenti, e quelli della Depositi Costieri Neri, società proprietaria dell'area dove è avvenuta la deflagrazione. L'ipotesi di reato formulata dalla Procura di Livorno è quella di omicidio colposo plurimo. L'iscrizione nel registro degli indagati sarebbe stata notificata nel tardo pomeriggio di ieri alle dieci persone indagate, in vista dell'autopsia fissata per martedì. 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it