Eni: Descalzi dal Papa, su ambiente accelerare cambio di rotta

Eni: Descalzi dal Papa, su ambiente accelerare cambio di rotta 

"Condividiamo e siamo ben consapevoli di trovarci di fronte ad una sfida epocale, e dobbiamo compiere rapidamente passi concreti per accelerare il cambio di rotta". Lo ha detto, a proposito di temi ambientali, l'ad Eni Claudio Descalzi dopo il summit in Vaticano, alla presenza del Papa, sull'energia e lo sviluppo sostenibile. "Sono stati due giorni di lavoro intensi e molto proficui, culminati con l’incontro con il Santo Padre", spiega all'Agi il manager secondo cui "l’urgenza e la complessità della sfida richiede che tutte le voci più autorevoli offrano il proprio contributo per vincerla". 
Per l'ad "il primo fattore di cambiamento è la riduzione dell’impatto carbonico che deriva dalla nostra attività". "Il secondo è lo sviluppo di un modello di consumo diverso, basato sull’economia circolare, sul risparmio e sull’uso più intelligente e consapevole dell’energia". Il terzo fattore, infine, "è continuare ad assicurare l’accesso all’energia in maniera sempre più importante, tenendo conto che i fabbisogni del mondo non sono distribuiti in modo uniforme. Dobbiamo essere in grado di offrire una soluzione sostenibile dal punto di vista economico e ambientale anche a chi non ha ancora avuto opportunità di accedere all’energia". 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it