Egitto: britannica arrestata con antidolorifici, rischia 25 anni

Una donna britannica è stata arrestata in Egitto per possesso di antidolorifici, illegali nel Paese perchè usati dai tossicodipendenti come sostitutivi dell'eroina. La donna, Laura Plummer, 33 anni, aveva in una valigia 290 compresse di tramadolo, un analgesico oppiaceo noto anche come 'la droga del combattente', e alcune di naprossene, un anti infiammatorio, che aveva portato al marito, egiziano, che soffre di mal di schiena in coseguenza di un incidente. La moglie si reca solitamente in Egitto tra le 2 e le 4 volte all'anno. Il tramadolo in Gran Bretagna è legale e si ottiene tramite prescrizione, ricorda il Guardian. Plummer dal 9 ottobre è rinchiusa in una piccola cella insieme ad altre 25 donne, rivela il quotidiano britannico. La famiglia teme una condanna per traffico di droga, crimine per il quale in Egitto si rischiano fino a 25 anni di carcere. I familiari l'hanno visitata in carcere e sono rimasti sconvolti. "E' quasi irriconoscibile, sembra uno zombie", hanno raccontato la madre e la sorella



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it