Corte costituzionale: Mattarella nomina Viganò giudice

Corte costituzionale: Mattarella nomina Viganò giudice

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, con un decreto firmato oggi, ha nominato gudice della Corte Costituzionale il professor Francesco Viganò, ordinario di Diritto penale presso l’università Bocconi di Milano, in sostituzione del professor Paolo Grossi, il quale ha cessato ieri dalle sue funzioni di giudice e di presidente della Corte Costituzionale. Il decreto è stato controfirmato dal presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni. Della nomina del nuovo Giudice Costituzionale è stata data comunicazione alle presidenze del Senato, della Camera della Corte Costituzionale. 

È ordinario di Diritto penale all'università Bocconi di Milano. Nato nel 1966, si è laureato in giurisprudenza nel a Milano, e si è poi perfezionato in Germani, all'università di Monaco di Baviera. Nel 1993 è diventato avvocato e nel 1998 dottore di ricerca in Diritto penale. Ha iniziato la carriera accademica nel 1995 da ricercatore e nel 2001 è diventato professore associato all'università di Brescia, dove è stato titolare del corso di Diritto penale comparato. Nel 2004 è stato chiamato come professore straordinario dall'università Statale di Milano dove nel 2007 è passato ordinario di Diritto penale ed è stato vice direttore dell'Istituto di scienze giuridiche "Cesare Beccaria".



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it