Caso Regeni: Palazzo Chigi, dagli Usa all'Italia nessuna "prova esplosiva"

In merito all'inchiesta del New York Times, dedicata oggi alla morte di Giulio Regeni, fonti di Palazzo Chigi sottolineano come "nei contatti tra amministrazione Usa e governo italiano avvenuti nei mesi successivi all'omicidio di Regeni, non furono mai trasmessi elementi di fatto, come ricorda tra l'altro lo stesso giornalista del New York Times, né tantomeno 'prove esplosive'". "Si sottolinea altresì - proseguono le stesse fonti - che la collaborazione con la procura di Roma in tutti questi mesi è stata piena e completa".



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it