Furgone sui passanti durante il G7 di Toronto. Nove morti. Cosa sappiamo finora

Furgone sui passanti durante il G7 di Toronto. Nove morti. Cosa sappiamo finora
Foto: Jonathan Langille / CrowdSpark 
 Canada: a Toronto furgone investe una decina di passanti durante il G7 

Terrore a Toronto, in Canada: mentre in città sono riuniti i ministri degli Esteri e dell'Interno del G7, un furgoncino bianco è salito su un marciapiede e ha investito una decina di pedoni: almeno 9 i morti e 16 i feriti in quello che è apparso subito come un attacco deliberato.

L'uomo ha abbandonato il veicolo poco distante ed è fuggito, ma è stato catturato poco dopo dalla polizia che nel frattempo aveva isolato l'area e chiuso le stazioni della metropolitana. Non è chiaro quale sia il movente del gesto dell'uomo, anche se la concomitanza con la riunione ministeriale del G7 fa pensare a un possibile gesto terroristico.

L'attacco è avvenuto intorno alle 13:30 ora locale, all'incrocio tra Yonge e Finch, in una zona di uffici del nord della metropoli canadese che dista una trentina di chilometri dal luogo in cui erano riuniti i ministri del G7, tra cui gli italiani Angelino Alfano e Marco Minniti. Il furgoncino era stato noleggiato.

Il premier canadese, Justin Trudeau, ha espresso vicinanza alle vittime: "Ovviamente i nostri cuori sono con tutte le persone coinvolte, sapremo e diremo qualcosa di più nelle prossime ore". 
A Toronto ai primi di giugno si terrà il summit dei capi di Stato e di governo dei sette Paesi più industrializzati. L'Unità di Crisi della Farnesina è al lavoro per verificare quanto sia accaduto e, in particolare, l'eventuale coinvolgimento di connazionali. 

 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.
Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.