Camorra: sequestrati beni a referente clan in Toscana

La Dia di Firenze ha sequestrato beni per un valore complessivo di 2 milioni di euro al pregiudicato latitante Vincenzo Ascione, detto “Babbalaccone”, 62enne di Torre del Greco (Napoli), ritenuto il referente in Toscana, ed in particolare nella provincia di Prato, del clan camorristico Birra-Iacomino. Il provvedimento, emesso su proposta del direttore della Dia dal Tribunale di Prato, si lega a indagini economico-finanziarie che hanno evidenziato una netta sproporzione tra l’ingente patrimonio accumulato da Ascione e dai suoi familiari tra il 1996 e il 2012 e ritenuto frutto o comunque reimpiego di proventi di attività illecite, rispetto alla capacità reddituale dichiarata, sotto la soglia di povertà indicata dall'Istat. Ascione è ricercato per un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip di Firenze nel 2013, per i reati di tentata estorsione ed usura in concorso in danno di commercianti pratesi che gestivano attività in provincia di Pistoia. I reati sono aggravati dal metodo mafioso. 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it