Camorra: confisca da 100 milioni al "re del calcestruzzo" legato ai Casalesi

Camorra: confisca da 100 milioni al "re del calcestruzzo" legato ai Casalesi 

Vendeva il calcestruzzo dei Casalesi, in regime di monopolio imposto dalla cosca anche per 'gonfiare' i costi delle opere da realizzare: con questa motivazione sono stati confiscati nel casertano beni per 100 milioni di euro riconducibili all'imprenditore Alfonso Letizia, 73enne originario di Casal di Principe, il "re" della produzione e della vendita del calcestruzzo arrestato nel 2011. La Direzione Investigativa Antimafia di Napoli ha eseguito il provvedimento di confisca di sei aziende, 70 immobili fra cui terreni e fabbricati e 28 tra auto e moto, emesso dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, in provincia di Caserta.
  



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it