Bpm: ex presidente Ponzellini condannato a un anno e sei mesi

La prima sezione penale del Tribunale di Milano ha condannato a un anno e sei mesi  di carcere l'ex presidente di Bpm (ora Banco Bpm) Massimo Ponzellini. Una pena molto più lieve rispetto a quella di sei anni chiesta dalla Procura perché non è stata riconosciuta a carico dell'ex banchiere l'accusa di associazione a delinquere. Ponzellini è stato condannato solo per un episodio di corruzione privata e assolto per diversi altri. Al centro del processo alcuni finanziamenti 'sospetti' concessi dalla banca.  Assolto Antonio Cannalire, considerato il 'braccio destro' di Ponzellini alla guida di quella che per la Procura sarebbe stata  una struttura "parallela e deviata verso interessi personali" che avrebbe erogato prestiti per oltre 230 milioni di euro in cambio di pagamenti che ammontano complessivamente a circa 2 milioni di euro.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it