Berlusconi: centrodestra solido, non spetta a Di Maio dirmi cosa fare

Berlusconi: centrodestra solido, non spetta a Di Maio dirmi cosa fare
 Armando Dadi/Agf
 Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi riconferma la 'solidità' del centrodestra e risponde a Di Maio che gli aveva chiesto "un passo di lato": "Non sta certo a lui dire a Berlusconi quel che deve fare: è un compito che spetta agli elettori", ha dichiarato il leader di Forza Italia in un'intervista al quotidiano locale "Primo piano Molise", "ho il dovere di rappresentare cinque milioni di cittadini che mi hanno confermato la fiducia. Forza Italia va avanti unita e compatta , intorno al suo leader, come è unito il centro destra su un progetto politico e un programma con il quale ci siamo impegnati davanti agli elettori. Se Di Maio - continua Berlusconi - si illude di rompere un rapporto di lealtà reciproca e di condivisione di valori che va a avanti da vent'anni nel centrodestra, non solo si fa delle illusioni ma pecca di arroganza e di inesperienza. E dimostra di non conoscere nemmeno l''Abc' della democrazia". Berlusconi ha anche promesso che il centrodestra al governo taglierà qualsiasi tassa sugli assunti a tempo indeterminato per sei anni.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it