Agguato a Bari, ferito commerciante che uccise figlio di un presunto boss

Agguato a Bari, ferito  commerciante che uccise figlio di un presunto boss

Un uomo di 42 anni è stato ferito con due colpi d'arma da fuoco, in un agguato al quartiere 'San Paolo' di Bari. Si tratta di Ignazio Gesuito, colpito in un garage all'aperto di via Sicilia. Soccorso e trasportato al vicino ospedale, le sue condizioni non sarebbero gravi. I carabinieri hanno repertato una decina di bossoli, sparati probabilmente con un'arma automatica. Gesuito, che nel 2006 gestiva un negozio per animali domestici, fu arrestato per l'omicidio di Salvatore Montani, di 18 anni, figlio di Andrea, ritenuto boss del quartiere, che pretendeva un forte sconto per l'acquisto di un cucciolo. Al culmine di una accesa lite, Gesuito impugnò una pistola e sparò contro il ragazzo che insieme ad altri coetanei stava portando via il cucciolo dal negozio. Montani morì in ospedale poco dopo. 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it