Diario la bordo. Dalla follia omicida in Val di Susa alla morte (vera?) del califfo nero

Diario la bordo. Dalla follia omicida in Val di Susa alla morte (vera?) del califfo nero

La follia sanguinaria in Val di Susa, l’offensiva di Renzi contro l’Ue e non solo, la morte (vera o presunta) del califfo nero Al Baghdadi e la solita emergenza estiva per gli incendi sono i temi su cui ci siamo dati da fare oggi.

Global Wealth 2017

Ma noi vogliamo  partire dai dati  dell’ultimo rapporto del Boston Consulting Group 'Global wealth 2017' che studia la ricchezza finanziaria (azioni, obbligazioni, depositi e strumenti di liquidita'): in Italia 307.000 famiglie, pari all'1,2% del totale, detengono il 20,9%  del totale nazionale, a livello globale va ancora peggio visto che l'1% di famiglie possiedono il 45% della ricchezza mondiale. C’è qualcosa che non va e su cui prima o poi la politica, quella vera, quella con la P maiuscola dovra’ fare i conti.

Follia in Val di Susa

Ma torniamo alla prima pagina dei giornali di domani dove un posto sicuro lo conquistano gli sviluppi del mortale speronamento del furgone ai danni di una giovane e bella coppia di scooteristi. Cosa sia scattato nel cervello di quest’uomo, con la famiglia a bordo, per trasformarlo in una bestia al volante per assurdi motivi di ‘traffico’ forse non lo sapremo mai. Ora dovrà rispondere di omicidio volontario dopo aver distrutto l’amore di tre famiglie.  

Renzi Vs Bruxelles

Per la vita dei partiti Renzi, con il suo libro anticipato sapientemente in pillole, continua ad attrarre, nel bene o nel male, i riflettori mediatici. La proposta di ‘congelare’ il fiscal compact, riproposta per un commento a Padoan  innesca la reazione spazientita del ministro: “non ci riguarda, faremo la legge di bilancio sulla base del Def ”, chiosa. Ma il segretario dem non molla e all’indirizzo di Bruxelles insiste: “film già visto, vinceremo la partita come tre anni fa”.

Il patto del Nazareno

Nel pomeriggio escono nuovi stralci di ‘Avanti’ in cui l’ex premier offre la sua verità sulla fine del patto del Nazareno. Tutta colpa di Berlusconi e D‘Alema che avevano stretto un patto ‘scellerato’ sul nome da eleggere per la successione a Napolitano: inaccettabile. Moderatamente piccata la replica dell’ex leader Maximo: ricostruzioni fantasiose.

Grillo e il fascismo

Dal suo blog torna a farsi sentire Grillo che, confermando la furbizia, unisce due argomenti clou di questi giorni per l’ennesimo attacco al Pd: fascismo è dare 17 miliardi ai banchieri. Un anticipo di quelli che saranno  che domani i toni pentastellati per il voto di fiducia della Camera sul decreto per le banche venete.

Al Baghdadi e Donald Trump Jr.

Dagli esteri la ‘decapitazione’ dell’Isis, cioè la morte del suo capo indiscusso, questa volta trova conferme interne al califfato del terrore, e cresce la speranza che questa notizia acceleri la fine di questa dolorosa avventura. Passando al ‘Russiagate’ , rumore mediatico farà  la pubblicazione, sul New York Times, delle mail in cui Trump jr festeggiava il ‘fango’ sulla Clinton. Una nuova puntata di una vicenda dai contorni poco chiari e dagli esiti ancora imprevedibili.

Italia nella mostra di caldo e fuoco

Chiudiamo con l’ondata di incendi, naturali, colposi, dolosi che ogni estate mandano in fumo migliaia di ettari di Bel Paese. E’ bene rendersi conto, prima che sia troppo tardi, che i cambiamenti climatici possono solo aggravare questo pericolo stagionale. Il rispetto della natura e dell’ambiente non si fa con le parole ma con politiche di prevenzione ed adeguati investimenti strutturali, sicuramente di gran lunga meno ingenti dei danni che ci tocca contare ogni anno.