Diario di bordo. Si scava tra le macerie di Torre Annunziata; si litiga all'interno del Pd

Diario di bordo. Si scava tra le macerie di Torre Annunziata; si litiga all'interno del Pd
Foto: Vigili del Fuoco 

Siamo un Paese generoso che ogni tanto commette errori. Soprattutto quando si tratta di territorio. L’ennesima tragedia, sulla quale ci siamo interrogati nella riunione di redazione, arriva da Torre Annunziata. Una palazzina in ristrutturazione è crollata nella notte. Sotto le macerie sarebbero intrappolate sette-otto persone, compresi due bambini di 8 e 11 anni. I vigili del fuoco hanno ingaggiato la loro lotta contro il tempo per cercare di estrarre eventuali superstiti. Su Twitter si è parlato anche di una ordinanza di evacuazione per i lavori in corso. Come sempre in questi casi la prima cosa da fare è cercare verifiche, documenti che diano sostanza alle parole. Per il momento ci sono le dichiarazioni del sindaco, Vincenzo Ascione, che ha smentito l’esistenza di una ordinanza di sgombero: “Forse in passato era stata segnalata la caduta di calcinacci e quindi c’è stata la richiesta di messa in sicurezza, ma nessuno sgombero”.

Oggi è il giorno del G20 in una Amburgo blindata. Già numerosi i feriti per gli scontri. Il capo della polizia ha espresso preoccupazione per gli assalti e l’arrivo previsto di anarchici italiani, black bloc svizzeri e scandinavi. Nel vertice i “grandi del mondo” affronteranno temi legati a terrorismo, commercio, clima, crisi dei migranti e Africa. Grande attesa per gli incontri bilaterali, soprattutto il primo tra Putin e Trump.

Dopo la direzione dai toni accesi di ieri, non si placa lo scontro all’interno del Pd sulle alleanze. Franceschini sottolinea che dopo il disastro delle amministrative “servono gli altri”, mentre il ministro della Giustizia Orlando chiede un’apertura al movimento dell’ex sindaco di Milano Giuliano Pisapia. Oggi Emiliano apre l'assemblea di Fronte democratico. Ma Matteo Renzi non molla il punto: il segretario riporta il discorso sulle riforme da fare, a partire dallo ius soli: è una norma di civiltà, andiamo avanti, dice. Ma sui migranti opta per la linea dura: “Serve il numero chiuso, non possiamo accogliere tutti”.

Gli altri fatti di oggi:

  • Per Charlie, il bambino di dieci mesi affetto da una rara sindrome incurabile, l'ultimo appello dei genitori prima dello stop alle macchine che lo tengono in vita, forse già oggi.
  • L’Inps presenta i nuovi voucher chiarendone tutti gli aspetti tecnici: quando si possono usare e come.
  • Sul caso Consip è previsto l’interrogatorio del pm Woodcock per la fuga di notizie.
  • In Vaticano i funerali di Navarro Valls.
  • Calcio, perquisizioni nella sede del Palermo e a casa di Zamparini. Si ipotizza il reato di riciclaggio e auto riciclaggio.
  • Caldo: arriva “Caronte” e si profila un weekend di fuoco in tutta Italia con temperature fino a 39 gradi.