Diario di bordo: in ansia per i venti di guerra in Asia orientale

Diario di bordo: in ansia per i venti di guerra in Asia orientale

“Anche oggi arrivano buoni segnali dall’economia”: partiamo con le parole del premier Paolo Gentiloni che, a margine della visita mattutina alla Caritas di Roma, plaude ai dati diffusi  dall'Istat che confermano la ripresa: nel II trimestre il Pil è cresciuto dello 0,4% rispetto al I trimestre e dell'1,5% a confronto del II trimestre 2016. Si tratta del livello più alto da sei anni. Una crescita “trainata anche dalla spesa delle famiglie”. Numeri che, come al solito, saranno interpretati per tutta la giornata secondo la logica del bicchiere mezzo pieno e mezzo vuoto secondo gusti e interessi dei commentatori. Noi ci limitiamo ad osservare che se fossero dati negativi sarebbe molto peggio auspicando, al contempo, la necessità di un consolidamento della crescita, unica strada per creare le opportunità per una ‘buona e stabile’ occupazione in grado di ridare speranza al Paese e  soprattutto ai giovani, magari migliorando le loro prospettive di vita mortificate da un precariato sistemico.

Altro tema che avrà la sua coda di polemiche sarà quello della violenza sessuale – trainato dagli ultimi ignobili fatti di cronaca - con i dati del Viminale che evidenziano nel 2017 un numero di stupri inaccettabilmente costante: 2.333 casi tra gennaio e giugno contro i 2.345 dello stesso periodo dello scorso anno. Sono state denunciate o arrestate 2.438 persone nei primi sette mesi di quest'anno, di cui 1.534 italiani e 904 stranieri. Nel 2016 il rapporto tra italiani e stranieri denunciati era stato simile: 1474 italiani, 909 stranieri. Numeri che daranno fiato alle trombe di chi vede i migranti come una minaccia ma che dovrebbe soffermarsi su un dato ben più grave:  si stima che le violenze sulle donne denunciate siano il 7% di quelle realmente commesse confermando che le mura di casa siano i veri buchi neri da illuminare.

Restando alla cronaca riflettori puntati sull’incontro Minniti-Raggi con all’ordine del giorno le misure di contrasto alle occupazioni di immobili dopo il famigerato sgombero di qualche giorno fa.

Restando a Roma ma passando al tema dell’emergenza siccità cercheremo di capire se lunedì prossimo l’Acea darà seguito realmente al piano di riduzione della pressione idrica nelle ore notturne.

La politica ruota attorno alla partita siciliana delle elezioni del 5 novembre. Intanto entra nel vivo la stagione delle feste prima della ripresa parlamentare: i ministri Martina, Orlando e Lotti interverranno rispettivamente a Bologna, Genova e Pesaro. Vicino Bari, a Giovinazzo,  prende il  via ‘Everest017’, l’appuntamento dei giovani di Forza Italia. Tra i 5 stelle c’è attesa - e non mancano le critiche - per il discorso-programmatico che il premier in pectore pentastellato, Di Maio, pronuncerà domenica prossima al Forum Ambrosetti di Cernobbio.

Per la pagina estera l’attenzione resta sulla crisi della Corea del Nord in particolare per le parole di Putin: la situazione è sull’orlo di un conflitto di vasta scala. Continueremo a seguiremo il catastrofico percorso dell’uragano Harvey con le sue devastazioni record e il bilancio delle vittime in Texas destinato a salire. Sabato Trump sarà di nuovo a Houston nelle zone colpite dalle inondazioni. Intanto nell'Atlantico un nuovo uragano, Irma, sta intensificando la sua attività  e minaccia i Caraibi e, potenzialmente, gli Stati Uniti . In Vaticano il Papa si prepara al viaggio che il 6 settembre lo porterà in Colombia - dove gli ex rivoluzionari delle Farc hanno annunciato di voler diventare partito – e oggi sarà illustrato il programma.

Chiudiamo con i dovuti auguri a Valentino Rossi operato nella notte all’ospedale di Ancona per la frattura ad una gamba. “Valentino - ha spiegato Raffaele Pascarella, direttore dell'Unità operativa di Ortopedia e Traumatologia -  è arrivato in ospedale a mezzanotte, l'intervento è iniziato alle due ed è durato circa un'ora. Abbiamo collocato un chiodo per fissare la frattura. E' la stessa tibia che si era fratturato al Mugello. Inizieremo subito la fisioterapia, per 30-40 giorni dovrà stare a riposo. Le fratture di gamba impiegano 4 o 5 mesi per la stabilizzazione completa”. Forza Vale.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it