Libia: giorno 1 della missione italiana. Le minacce di Haftar resteranno tali?

Libia: giorno 1 della missione italiana. Le minacce di Haftar resteranno tali?

Sono due i temi in primo piano che oggi seguiremo con particolare attenzione: la missione italiana in Libia e i salvataggi in mare dei migranti e lo scontro Italia-Francia che dai cantieri Stx si allarga al controllo di Telecom da parte di Vivendi.

Dopo il via libera del Parlamento alla missione italiana in acque libiche contro il traffico di migranti, il generale Haftar, rivale del premier al Serraj, avrebbe dato ordine di bombardare le imbarcazioni che violano le acque territoriali. Una minaccia che il governo italiano ritiene “inattendibile”.  Sempre sul fronte dei migranti seguiremo l’evoluzione dei salvataggi dopo il sequestro della nave “Iuventa” utilizzata dalla Ong tedesca Jugend Rettet. La procura di Trapani, che ha chiesto e ottenuto il sequestro, ipotizza il “favoreggiamento dell’immigrazione clandestina” a carico della Ong, fra quelle che non hanno firmato il protocollo di regole con il Viminale.

Si allarga anche lo scontro diplomatico-economico fra Italia e Francia: mentre prosegue la trattativa con Parigi sui cantieri navali Stx, il governo italiano ha aperto un fronte parallelo avviando una istruttoria su Telecom dopo che Vivendi ha annunciato l'inizio del controllo. Scopo dell’operazione verificare la possibilità di utilizzare contro i francesi di Vivendi il “golden power”: poteri speciali che consentono all’Italia di “blindare” le aziende ritenute strategiche. Nel caso specifico, il governo potrebbe decidere di proteggere Sparkle, controllata di Telecom, che gestisce la rete di cavi sottomarini dalla quale passano anche dati di governi e servizi segreti.

Sempre incandescente la situazione in Venezuela dove la Procura generale ha aperto un'inchiesta sui brogli per la Costituente. Slitta così l'insediamento dell'Assemblea voluta da Maduro mentre si profila una nuova giornata di protesta convocata dall'opposizione.
 

Per quanto riguarda la politica interna, la giornata vede Matteo Renzi impegnato in Emilia con tappe a Cervia, Rimini e Villalunga di Casalgrande, mentre il ministro Orlando sarà alla Versiliana. La Lega di Salvini ha indetto un sit-in davanti alla moschea abusiva di Milano. Giorgia Meloni, per Fratelli d'Italia, sarà invece impegnata in un tour in Sicilia.

Buone notizie sul fronte economico arrivano dal bollettino mensile della Bce: l'espansione economica nell'area euro si rafforza ed è possibile che la ripresa sia “più vigorosa delle attese”. Tuttavia la crescita economica continua a essere frenata dalla “lenta” attuazione delle riforme strutturali e dalla necessita di “ulteriori aggiustamenti di bilancio” in alcuni settori. La Banca centrale europea conferma quindi “un protratto rafforzamento dell'espansione economica nell'area dell'euro, che si sta diffondendo a livello di settori e regioni”.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it