Roberto Navigli - Professore presso il Dipartimento di Informatica dell'Università di Roma "La Sapienza"

Sono un informatico entusiasta della tecnologia e dell'intelligenza artificiale. In particolare, sono esperto di elaborazione del linguaggio naturale (Natural Language Processing) e svolgo ricerca nell'ambito della comprensione del linguaggio a livello semantico (quell'area che, ad esempio, permetterà agli assistenti personali intelligenti di mostrare la loro intelligenza colloquiando realisticamente con gli utenti). Ho la fortuna di gestire un gruppo di circa 10 tra studenti di dottorato, postdoc e collaboratori, anche grazie a due prestigiosi finanziamenti ERC per un totale di circa 3 milioni di euro. Con il mio gruppo, ho potuto realizzare un mio grande sogno: creare una rete semantica multilingue, BabelNet, un "deposito strutturato di conoscenza" che contiene, collega ed espone tutto lo scibile umano, così come è espresso in centinaia di lingue. Grazie a BabelNet, abbiamo creato un software per l'interpretazione semantica di testi in qualsiasi lingua, chiamato Babelfy. Su stimolo di diverse aziende ed enti pubblici, ho fondato una startup Sapienza chiamata Babelscape grazie alla quale effettuiamo il trasferimento tecnologico della conoscenza sviluppata nel mio laboratorio e l'ingegnerizzazione dei prototipi di ricerca in prodotti pronti per il mercato.