Blog Italia

  • Luciana Crucitti nata a Thun (Svizzera) è una criminologa investigativa e grafologa giudiziaria. Laureata in Pedagogia presso l’ateneo di Parma. Master in Scienze Criminologiche e Forensi di II livello Internazionale presso l’Università “La Sapienza” di Roma. Già dipendente della Polizia di Stato, esperto nella rilevazione dell’abuso dei minori è autrice di diverse pubblicazioni sul tema della prevenzione del disagio giovanile. Ha iniziato l’esperienza nel mondo del giornalismo tecnico, con una rubrica di grafologia, “Scritture e Segreti”, 2013/2014, con il quotidiano, “Il Garantista”. Ha curato, successivamente, nel 2017, una rubrica settimanale di Grafoanalisi “Scritti e Descritti”, per il quotidiano “Il Tempo”, stilando inediti profili caratteriali, attraverso l’analisi della scrittura, di noti personaggi pubblici nazionali ed internazionali. Nel dicembre 2017, ha pubblicato con Bertoni Editore, una serie Thriller-Paranormal , Ginevra e il Falco - La criminologa dei casi irrisolti. 

La forza di Capitan De Rossi è già nella sua firma

Nell'autografo si rileva una media dimensione di calibro letterale, una media larghezza di lettera, media fra lettere e stretta fra parole, di chi sa gestire e coordinare. Non sempre, prima di agire, si concede il tempo necessario per pensare

Energico e innovatore, Al Bano Carrisi. Lo dice la sua grafia

La direzione del rigo ascendente ci mostra, ancora oggi, il suo desiderio di innovazione e di miglioramento. Il taglio sopraelevato ed esteso verso destra della lettera t, in corsivo minuscolo, ci indica che Al Bano non ama sottostare a nessuno

La scrittura di una lettera di Anna Maria Franzoni

Scrittura prevalentemente legata, di chi sa essere affidabile e vivere in gruppo, in cui però è sempre lei a decidere la rotta ed orientare il timone. Ritmo monotono, dal movimento inchiodato, di chi è tendenzialmente ripetitiva ed abitudinaria, non regge grossi carichi di lavoro e ha difficoltà a farsi aiutare

Cosa denota la firma di Cesare Battisti

Tracce che si perdono in quelle tante notti di una vita in fuga. Frammenti di impronte di passi che, in quelle vie di Santa Cruz de la Sierra, segnano la fine dei piedi scalzi di Cesare Battisti