QIU XIAOLONG, "LA MISTERIOSA MORTE DELLA COMPAGNA GUAN"

QIU XIAOLONG, "LA MISTERIOSA MORTE DELLA COMPAGNA GUAN"

di Andrea Marcelloni*


La Misteriosa morte della compagna Guan
Qiu Xiaolong
Marsilio, 2011 (prima ed. del 2002)
€ 12,50

 

Roma, 10 mag.- Le scorse settimane vi ho parlato di alcuni autori (Mo Yan, Yu Hua e BuFeiyu) che oltre ad essere nati in Cina hanno la caratteristica comunedi risiedervi a tutt'oggi. Ma esiste anche un gruppo piuttosto cospicuo di scrittori cinesi che non vivono più nel loro paese natale. Si tratta di persone che hanno lasciato la loro patria principalmente per questioni politiche (ed in particolar modo legate agli eventi del 1989), e che oggi vivono in altri paesi e scrivono libri direttamente nelle lingue "adottive". Tra questi, oltre al Premio Nobel per la Letteratura nel 2000 Gao Xingjian (di cui parleremo più in avanti), vi è anche colui che è considerato "il maestro del genere poliziesco cinese": Qiu Xiaolong.

 

"La misteriosa morte della compagna Guan", scritto in inglese, è stato il suo primo romanzo ed ha inaugurato una lunga e fortunata serie che ha come protagonista l'ispettore capo della polizia di Shanghai Chen Cao.

 

Amante della poesia e del buon cibo, l'ispettore Chen è coinvolto in un caso molto difficile: trovare l'assassino della "Lavoratrice Modello della Nazione" Guan Hongying, celebre personaggio della propaganda del Partito, brutalmente uccisa nelle vicinanze di Shanghai. L'ispettore ed il suo aiutante Yu (ogni ispettore che si rispetti ha il suo fido collaboratore) si ritrovano ad indagare su un personaggio legato all'ambiente politico locale che farà di tutto per insabbiare le indagini, fino a riuscire a far assegnare il caso ad altri poliziotti. Ma il nostro ispettore non si dà per vinto...

 

Attraverso le avventure del suo protagonista, Qiu Xiaolong descrive una Cina avviata verso la modernità e la crescita economica (La compagna Guan è ambientato nel 1990) ma fortemente caratterizzata da grandi contraddizioni e squilibri sociali. La corruzione dei membri del Partito e lo stretto legame tra la politica e le triadi sono tematiche ricorrenti e fortemente denunciate in tutti i lavori del nostro autore, così come importanti sono le descrizioni delle forti divergenze tra la nuova classe emergente – sempre più ricca – ed il resto della popolazione. Il tutto come sfondo di interessanti ed appassionanti avventure poliziesche.

 

Sicuramente un autore da portare in vacanza quest'estate.

 

L'autore

 

Qiu Xiaolong (Shanghai, 1953), scrittore, poeta e traduttore, residente negli Stati Uniti dal 1988, dove si era recato per scrivere un libro su T. S. Eliot per poi rimanervi stabilmente in seguito agli episodi di Tian 'anmen. Ha venduto milioni di copie dei suoi libri in tutto il mondo. In Italia, Marsilio ha pubblicato: La misteriosa morte della compagna Guan (2002), Visto per Shanghai (2004), Quando il rosso è nero (2006), Ratti rossi (2008), Il vicolo della polvere rossa (2010), Di seta e di sangue (2011), La ragazza che danzava per Mao (2012). "La misteriosa morte della compagna Guan" ha vinto nel 2001 l'Anthony Award per la miglior opera prima.

Per ulteriori info: http://www.qiuxiaolong.com/


*Andrea Marcelloni, sinologo, è il proprietario di Orientalia, la libreria di Roma specializzata in orientalistica. Si trova in via Cairoli, 63, nel cuore dell'Esquilino. Ogni settimana Andrea Marcelloni offrirà ai nostri lettori spunti di lettura.