MICROSPIE NELLO STUDIO DI AI WEIWEI

Di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest

 

Pechino, 5 ott. - Microspie nello studio pechinese di Ai Weiwei. L'artista cinese ha scoperto la presenza delle cimici in alcune prese elettriche al ritorno dal viaggio in Germania. L'artista ha postato alcune immagini delle microspie sul suo account Instagram. Tra queste c'è anche un video, di tono ironico, in cui una persona fa scoppiare alcuni petardi in un contenitore di metallo vicino a una delle microspie. Nella didascalia, è scritto in cinese: "Avete sentito?". Il ritrovamento delle microspie sarebbe avvenuto mentre l'artista pechinese era impegnato a rinnovare il suo studio.

Ai ha viaggiato di recente in Europa, dopo che le autorità cinesi gli hanno restituito il passaporto, nel luglio scorso, a quattro anni dalla confisca. Ai è tornato a Pechino, dopo le tappe in Gran Bretagna e Germania per fare visita alla madre, Gao Ying. Ai avrebbe trovato le cimici anche in salotto e in camera da letto e l'installazione delle microspie sarebbe avvenuta in modo molto professionale, con la possibilità che potessero essere operative ormai da anni, anche se ancora non è chiaro chi possa averle piazzate.

 

05 OTTOBRE 2015

 

@Riproduzione riservata