FOTO DI XI CON BAFFI ALLA HITLER, ARTISTA FINISCE IN CELLA

Di Giovanna Tescione

Twitter@GiTescione

 

Roma, 28 mag. – La satira si paga cara, in Cina anche con il carcere. È  quanto è successo ad un artista - fotografo di strada - di Shanghai, Dai Jianyong, che, secondo alcuni, sarebbe stato arrestato per aver  preparato t-shirt e lattine di coca-cola con su impresse le foto del  presidente Xi Jinping con gli occhi strizzati e baffi ‘alla Hitler'.

 Una espressione, quella di Xi nella foto, con la quale Dai è diventato  molto famoso sul Web e che viene chiamata “faccia a crisantemo”, in  cinese ‘juhua'. Niente di strano se non fosse che sul Web l'espressione  ‘juhua' viene usata per riferirsi all'ano. A rendere il suo gesto ancora  più irrispettoso quei baffi che rendono la somiglianza più evidente e  una moda lanciata da alcuni netizen che considerano Xi un despota contro  i dissidenti e che lo chiamano con l'appellativo di Xi Tele, stessa  pronuncia del nome di Hitler in cinese. Un mix perfetto tanto da  garantire a Dai un posto in cella.

A confermarlo la moglie di Dai, Judy Zhu, che ha parlato con alcuni  media locali, confermando anche il reato che gli sarebbe stato  contestato, ovvero di “aver creato disturbo”. Secondo l'avvocato  nominato dalla famiglia, Liu Xiaoyuan, l'uomo è stato arrestato ieri  mattina alle 8.30 circa da una decina di agenti, che hanno poi  perquisito la sua abitazione e sequestrato alcuni oggetti.

 

28 maggio 2015

 

© Riproduzione riservata