CINA POTENZA LEADER IN SCIENZA E TECNOLOGIA ENTRO 2049

Traduzione a cura di Giovanna Tescione

(Xinhua) Pechino, 31 mag. – La Cina diventerà una potenza leader nella scienza e tecnologia entro la metà di questo secolo, un obiettivo di grande rilevanza che il  presidente cinese Xi Jinping ha annunciato lunedì durante una conferenza sui temi scientifici e tecnologici.

 

"La Cina dovrebbe attestarsi come uno dei paesi più innovativi entro il 2020 e come un paese leader nell'innovazione entro il 2030 prima di raggiungere l'obiettivo di diventare potenza mondiale leader in scienza e tecnologia entro il centenario della fondazione della Repubblica popolare cinese nel 2049", ha dichiarato Xi.

 

All'evento, che incorpora la conferenza nazionale sulla scienza e tecnologia, la conferenza biennale dell'Accademia cinese delle Scienze (CAS) e dell'Accademia cinese di Ingegneria (CAE), oltre che il congresso nazionale dell'Associazione cinese per la Scienza e Tecnologia (CAST), e presieduto dal premier Li Keqiang, presenti anche i membri del partito Zhang Dejiang, Yu Zhengsheng, Liu Yunshan and Wang Qishan.

 

IMPORTANZA DELL'INNOVAZIONE

 

Il presidente Xi Jinping, segretario generale del Comitato centrale del Partito comunista cinese (PCC), ha sottolineato il ruolo della scienza e tecnologia quale caposaldo su cui "il paese fa affidamento per la propria potenza, su cui le aziende fanno affidamento per avere successo e in cui il popolo confida per una vita migliore". "Una grande capacità scientifica e tecnologica è necessaria per una Cina che vuole essere forte e affinché il popolo possa migliorare il proprio standard di vita", ha poi aggiunto Xi, lanciando un invito a promuovere nuove idee, nuovi progetti di design e nuove strategie in campo scientifico e tecnologico.

 

"La Cina al momento è tra i paesi più avanzati al mondo in alcuni importanti comparti nello sviluppo della scienza e tecnologia", ha poi dichiarato, sottolineando come "il Paese si trovi ad attraversare una fase di transizione di grande rilevanza, un momento di passaggio dalla quantità alla qualità, da progressi in determinate aree ad un miglioramento della capacità complessiva".Il presidente ha poi definito l'innovazione quale motore fondamentale per la promozione dello sviluppo di un Paese e dell'essere umano. "Non ci sarebbe sviluppo senza innovazione, né ci sarebbe sviluppo se l'innovazione fosse portata avanti con pigrizia", ha continuato Xi.

 

"Ci troveremmo in una situazione sfavorevole e perderemmo opportunità di sviluppo – se non lasciandosi scappare un'intera epoca – se non riusciamo a riconoscere e a rispondere ai cambiamenti e ad esplorarli in modo innovativo". È una "scelta inevitabile" per la Cina quella di implementare la propria strategia di sviluppo guidata dall'innovazione, ha poi aggiunto Xi Jinping.
Una strategia che punta a garantire il potere di decisione politica della Cina per il suo stesso sviluppo, migliorando la propria competitività, accelerando il processo di regolazione del proprio percorso di sviluppo, risolvendo problemi intrinseci, guidando lo sviluppo economico nella "nuova normalità" e mantenendo uno sviluppo economico sostenibile e sano.

 

Nel cercare di diventare una potenzia leader mondiale nella scienza e tecnologia, la Cina punta a velocizzare il processo di innovazione in ogni settore, prendendo l'iniziativa nella competizione globale nel campo della scienza e tecnologia. 

 

PRIORITA' PER L'INNOVAZIONE

 

Cinque le priorità per l'innovazione individuate da Xi durante la conferenza.Nel sottolineare la priorità di sviluppare un comparto scientifico e tecnologico all'avanguardia, Xi ha affermato che la Cina dovrebbe cercare di avere un ruolo leader nella ricerca in ambito scientifico e tecnologico."Per raggiungere questo obiettivo il Paese dovrebbe avere una visione globale, stabilire strategie di sviluppo in modo tempestivo, avere fiducia nell'innovazione ed essere conosciuto per le proprie teorie e scoperte innovative".

 

Il presidente ha poi chiesto sforzi per lanciare progetti chiave per la creazione di un network di ricerca di punta. "Al momento, il Paese ha bisogno, ora più che mai, di un supporto strategico della scienza e tecnologia", ha affermato Xi, sottolineando come "il Comitato centrale del PCC abbia delineato le strategie in ambito scientifico e tecnologico della nazione nel lungo termine entro l'anno 2030 decidendo di presentare per la prima volta un grande numero di progetti".

 

Xi ha poi incoraggiato scienziati e tecnici a rispondere alle principali richieste strategiche del Paese, cercando di andare avanti con le ricerche nella core technology e di guidare il Paese verso la superiorità in campo scientifico."Per essere la principale potenza mondiale in campo scientifico e tecnologico, il Paese dovrà sostenere la creazione di istituti di primo piano, di università orientate alla ricerca e imprese orientate all'innovazione. Solo così si favorirà la produzione di un numero considerevole di ricerche originali", ha commentato Xi.
Inoltre, il presidente ha poi sottolineato il ruolo che la ricerca scientifica gioca nel sostenere l'economia complessiva e nello sviluppo sociale. "Nel processo di avanzamento delle riforme strutturali sul lato dell'offerta e per portare a compimento il taglio della sovra-capacità e degli eccessi di giacenza, il deleveraging, con la riduzione del livello di indebitamento delle istituzioni finanziarie, la riduzione dei costi e per affrontare i punti deboli del paese, sono necessari ulteriori passi avanti nell'innovazione", ha poi aggiunto Xi.

 

Dovrebbero poi essere migliorati i servizi pubblici in campo scientifico e tecnologico in modo che il popolo possa vivere in un ambiente più vivibile, con un miglior sistema sanitario e maggiore sicurezza alimentare.Riformare i meccanismi operativi e di gestione del comparto scientifico è un'altra delle priorità che il presidente ha menzionato nel proprio discorso. Xi ha sottolineato come il governo proverà a creare un meccanismo operativo e di gestione scientifica ed energetica attraverso le riforme e l'innovazione, continuando ad allocare risorse e a valutare i risultati delle ricerche.

 

Il presidente ha poi affermato che il Paese fornirà maggiore sostegno alle aziende nel settore tecnologico, in particolare alle piccole e medie imprese, riorganizzando istituti di ricerca e università. Il Paese inoltre punta a creare altri poli e centri regionali che siano di attrazione per il comparto dell'innovazione.
"Il nostro più grande vantaggio è che, in qualità di Paese socialista, possiamo unire le nostre risorse verso una missione più grande", ha affermato il presidente, dando risalto poi all'istituzione di un pool di scienziati talentuosi con una visione globale e ad imprenditori e tecnici in grado di promuovere l'innovazione.

 

Xi ha poi promesso di rispettare la creatività degli scienziati e di appoggiare il loro libero e audace spirito di esplorazione. "Agli scienziati dovrebbe essere concesso di fare libera ricerca e di testare qualsiasi ipotesi dovessero avanzare", ha aggiunto, promettendo anche di garantire maggiore potere e libertà di movimento agli scienziati migliori per poter prendere decisioni sulla direzione da intraprendere per le proprie ricerche, oltre che maggiori fondi e risorse per una migliore capacità di gestione.
"Il dovere del governo è di delineare strategie e piani d'azione, attuando le politiche e offrendo dei servizi", ha continuato.

 

COMPETENZE SCIENTIFICHE PER TUTTI

 

"È inoltre importante aumentare le competenze scientifiche della società per dare libero sfogo alla creatività di 1.3 miliardi di cinesi", ha affermato Xi, chiedendo agli accademici del CAS e del CAE di offrire il proprio contributo e la propria saggezza quando il paese si troverà a dover adottare importanti politiche a lungo-termine in campo scientifico e tecnologico, ponendosi come esempio per i giovani scienziati.Il CAS e il CAE dovrebbero giocare un ruolo chiave in qualità di principali establishment nel comparto scientifico e tecnologico del paese, guidando le altre istituzioni verso la giusta direzione. Infine il presidente ha chiesto ai membri del CAST di aiutare maggiormente gli scienziati, contribuendo ad aumentare le competenze scientifiche del popolo.

 

31 MAGGIO 2016

 

@Riproduzione riservata