"BO XILAI NON E' SPACCIATO. WANG LIJUN? UNA VITTIMA"

"BO XILAI NON E' SPACCIATO. WANG LIJUN? UNA VITTIMA"

di Alessandra Spalletta

twitter@aspalletta

 

Intervista a Bo Zhiyue, Senior Research Fellow dell'East AsianInstitute alla National University of Singapore, sul caso Wang Lijun."Bo Xilai non è spacciato. Resterà al suo posto. Gli intrighi dipalazzo sono speculazioni. Wang Lijun? E' una vittima".

 

Roma, 24 feb. - Dopo la smentita ufficiale sulle dimissioni di BoXilai da parte del governo di Chongqing, arriva anche la 'prova video'.Giorni fa la tv di stato cinese CCTV ha trasmesso un filmato che mostrail segretario del PCC della municipalità di Chongqing prendere parte auna riunione del Politburo presenziata dal segretario del partito HuJintao. E' una prova sufficiente per smontare la tesidell'International Center for Information on Human Rights and Democracydi Hong Kong secondo cui il numero uno di Chongqing avrebbe firmato unalettera nella quale consegnava il suo mandato al governo cinese?

 

Non sono convinto che l'apparizione televisiva di Bo Xilai alla CCTVsia sufficiente per smentire le indiscrezioni circolate nei giorniscorsi sulle sue dimissioni. Non sappiamo con precisione cosa siasuccesso tra una sessione e l'altra della riunione del Politburo. Enessuno, a parte i membri, può saperlo con certezza. Ma non è questo ilpunto. Il punto è che la sua posizione non è stata scalfita dallapresunta defezione di Wang Lijun. Io un'idea me la sono fatta: Bo Xilainon è spacciato. Resterà al suo posto. Gli intrighi di palazzo sonospeculazioni. Il caso Wang Lijun è avvolto nell'incertezza, non esisteancora una versione ufficiale. Ufficialmente sappiamo che Wang Lijun hatrascorso 24 ore presso il consolato americano di Chengdu, ma l'unicocomunicato rilasciato dal governo di Chongqing rende noto che Wang si èpreso una "vacanza terapeutica" per guarire da "stress e problemifisici".  Non abbiamo altre prove in mano, se non – appunto – mereipotesi. La versione del governo è asettica: nell'ammettere la presenzadel vice sindaco di Chongqing presso la sede consolare americana diChengdu, il ministero degli esteri cinese ha voluto far sapere che leautorità stanno svolgendo le indagini. Ma dove condurranno questeindagini, nessun può saperlo.

 

E' quindi troppo presto per parlare di un intrigo internazionale che mette insieme politica, mafia e corruzione?

 

Fino a quando dalle indagini ufficiali non emergeranno elementisufficienti che incastrino il superpoliziotto, Wang Lijun resta uneroe: ossia uno che ha saputo sgominare bande di criminali. 

 

A proposito, che fine ha fatto Wang Lijun?

 

Con molta probabilità si trova a Pechino. Non vedo dove altro possa trovarsi. 

 

Chi è quindi la vittima, Bo Xilai o Wang Lijun?

 

La vittima è Wang Lijun. C'è chi dice che Wang Lijun sia stato usatocome una pedina per colpire Bo Xilai. Con tutta franchezza, non credoche le cose stiano così. Il vice-ministro degli esteri ha definitoquello di Wang Lijun un caso 'isolato'. Le dirò di più. Secondo me, il'pasticciaccio' va ricollegato a un'altra tessera del puzzle: il casoscoppiato a Tieling, nel Liaoning, dove Wang Lijun è stato capo digabinetto dal 1998 al 2003, e dove l'attuale successore Gu Fengjie èstato accusato di corruzione. Diversi uomini di Gu sono finiti inmanette con lo stesso capo d'accusa. Lo scandalo che ha travolto GuFengjie potrebbe condurre le indagini alla presunta defezione di WangLijun. Ma scarterei la tesi che il caso Wang Lijun sia legato a doppiofilo alla carriera politica di Bo Xilai.  Bo Xilai non è nel mirino digiochi di potere più o meno occulti. E' a mio avviso sbagliato vederein questa vicenda un remake dello scontro politico che contrappose ChenLiangyu a Wen Jiabao e Chen Xitong a Jiang Zemin. Bo Xilai si limita afare il suo lavoro a Chongqing. Sa stare al suo posto, non ha attaccatonessun funzionario ai vertici. In altre parole, non infastidisce ilgoverno Pechino.

 

Quindi chi paragona la situazione di Bo Xilai all'affaire che –in momenti diversi della storia del Pcc - ha annientato la carrieradell'ex sindaco di Pechino Chen Xitong nel 1996 e dell'ex sindaco diShanghai Chen Liangyu nel 2006, commette un errore di valutazione?

 

Chen Xitong era un membro del Politburo e segretario del Pcc aPechino. Sfidò apertamente l'autorità di Jiang Zemin. Fu silurato nel1995, due anni prima del XV Congresso del Pcc. Chen Liangyu era unmembro del Politburo e segretario del Pcc a Shanghai. Sfidò apertamentel'autorità di Wen Jiabao. Fu epurato nel 2006, un anno prima del XVIICongresso del Pcc. Questi due personaggi hanno in comune due elementi:1) entrambi sfidarono i vertici del Partito; 2) entrambi caddero indisgrazia alla vigilia del Congresso. Ora, non vi è traccia di questidue elementi nel caso Wang Lijun. Infatti: 1) Bo Xilai non è in apertoscontro con i vertici; 2) Bo Xilai è in libertà, nessun elemento ciporta a credere che siano state poste restrizioni alla sua mobilità.Nessun chiaro segnale che Bo Xilai sia stato posto sotto indagine.

 

Si dice ad esempio che Hu Jintao stia spingendo per sostituire BoXilai con l'attuale segretario del Pcc dell'Hunan, Zhou Qiang. E' unatesi attendibile?

 

Sono congetture. Tutto nasce dall'entrata in scena di un altropersonaggio chiave: Guan Fujian, un ex collega di Zhou Qian nell'Hunan,è stato di recente nominato segretario del Partito all'ufficio disicurezza pubblica di Chongqing. La provenienza politica di Guan è, percosì dire, di matrice populista: proviene dalla lega dei giovanicomunisti, e come membro del comitato centrale ha lavorato a strettocontatto con Zhou Qian. In altre parole: uno della cerchia di Zhou Qianoggi affianca Bo Xilai.

 

E così c'è chi ha visto in questo passo felpato una mossa congegnata dalle alte sfere per far fuori Bo Xilai…

 

Magari andrà a finire proprio così. Il gioco delle cariche è aperto.Chongqing rappresenta una posizione strategica per un membro delpolitburo. Zhou Qian, 50 anni, come altri 'giovani' leader in corsaverso una poltrona, ha grandi possibilità di entrare nel politburo, maancora non si sa dove verrà collocato. Quella di Chongqing èindubbiamente una posizione ambita. Le soluzioni sono al momentoimprevedibili. All'indomani del XVIII Congresso del Pcc Zhou Qianpotrebbe essere nominato segretario del Pcc di Chongqing e Bo Xilaitrasferito a Pechino. Perché scartare questa ipotesi?
 

 

Le tensioni tra Wang Yang e Bo Xilai, così come le tesi chevedrebbero Bo Xilai nel mirino dei pupulisti, lasciano supporredivisioni all'interno del partito dei principi rossi?

 

Quello dei principi rossi non è un partito vero e proprio. E' più ungruppo che una fazione politica uniforme. Tra i 'principini' lacompetizione in vista del ricambio ai vertici è accesa. Invece lacompetizione tra Bo Xilai e Wang Yang ha dei risvolti inattesi. Sono inmolti a credere che tra i due vi sia una forte rivalità. La realtà èben diversa. E' una pura casualità che oggi Bo Xilai si trovi adoccupare una carica appartenuta prima di lui a Wang Yang. Quando BoXilai è venuto alla ribalta grazie al pugno di ferro usatoefficacemente contro le triadi,  qualcuno avrebbe potuto pensare che lapolitica anti-criminale del predecessore Wang Yang fosse statafallimentare. Da questo punto di vista, potrebbe esserci un po' diastio tra i due. Ma è interessante notare come Wang Yang abbia direcente adottato il cosiddetto 'modello Chongqing' – il che equivale aun endorsment indiretto a Bo Xilai -. Proprio nei giorni in cuirimbalzavano sui media le voci sulla presunta fuga di Wang Lijun, WangYang dava avvio alla campagna contro le triadi del Guangdong. Una mossache di fatto legittima il modello sostenuto da Bo Xilai.  Il 'modelloChongqing' fa perno su due elementi:1) Dahei (??,combattare le triadi)e changhong (??, le canzoni rosse). Il Guangdong non solo ha dichiaratoguerra alla mafia (dahei), ma Wang Yang sta per diventare ilprotagonist di un revival maoista nella sua provincia (changhong).

 

Insomma per Bo Xilai lei non vede un futuro incerto?

 

Assolutamente. Sono tre gli scenari tinteggiati dall'opinionepubblica: 1) Bo viene epurato dal Pcc o finisce agli arresti; 2) Boesce immune dall'affaire Wang Lijun; 3) Bo si prepara per un'atterraggio morbido', ossia viene destinato a un incarico di serie b –tipo vice presidente del Cppcc -  e perde ogni influenza politica. Lamia previsione è che Bo andrà avanti indisturbato.

 

ARTICOLI CORRELATI

 

IL CASO WANG LIJUN BO XILAI: VOCI DIMISSIONI, ARRIVA LA 'PROVA VIDEO'. E BO PARTECIPERA' ALL'ASSEMBLEA NAZIONALE DEL POPOLO

 

SPIE, MAFIA, POLITICA, ECCO L'INTRIGO CHE SCUOTE LA CINA

 

©Riproduzione riservata

 

@Riproduzione riservata