Usa, Klinsmann avverte Belgio "siamo ancora affamati"

(AGI) - Salvador, 30 giu. - Gli Stati Uniti non voglionosmettere di stupire. Domani all'Arena Fonte Nova di Salvador deBahia, la nazionale a stelle e strisce guidata da JurgenKlinsmann vuole provare a sorprendere il Belgio e centrare unposto nei quarti di finale. "Abbiamo lavorato molto duramenteper essere qui ma siamo ancora affamati, vogliamo di piu' -mette in chiaro il tecnico tedesco - Ho grande rispetto per ilBelgio ma nessuna paura. Loro sono una squadra ricca ditalento, sara' una partita difficile ma se giochiamo al meglio,possiamo farcela. Dobbiamo essere concentrati, prevedo una

(AGI) - Salvador, 30 giu. - Gli Stati Uniti non voglionosmettere di stupire. Domani all'Arena Fonte Nova di Salvador deBahia, la nazionale a stelle e strisce guidata da JurgenKlinsmann vuole provare a sorprendere il Belgio e centrare unposto nei quarti di finale. "Abbiamo lavorato molto duramenteper essere qui ma siamo ancora affamati, vogliamo di piu' -mette in chiaro il tecnico tedesco - Ho grande rispetto per ilBelgio ma nessuna paura. Loro sono una squadra ricca ditalento, sara' una partita difficile ma se giochiamo al meglio,possiamo farcela. Dobbiamo essere concentrati, prevedo unapartita emozionante e divertente e le chance di passare sono 50e 50". Gli Usa si sono piazzati al secondo posto in un gironedi ferro che comprendeva Germania, Portogallo e Ghana "ma inuna gara a eliminazione diretta le dinamiche sono diverse -avverte Klinsmann - Il Belgio, inoltre, e' una squadra chelotta fino all'ultimo minuto ed e' capace di segnare un goldecisivo nel recupero. Dovremo guardargli negli occhi e stareattenti dal primo all'ultimo secondo. Dovremo esserecoraggiosi, attaccante ma concedere anche il minor numero dioccasioni perche' se gliene lasci una, loro segnano duegol".Klinsmann non teme gli eventuali supplementari ("ci siamopreparati fisicamente per poter affrontare anche i 120 minuti,siamo pronti e freschi, abbiamo recuperato le energie e l'umoree' buono"), ne' i rigori e tesse le lodi del suo collega, MarcWilmots. "Ammiro la sua personalita', il suo spirito - commenta- E' sempre pronto a scherzare, e' sempre allegro, come quandoera calciatore. Quello che ha fatto con questi giocatori e'ammirevole, gli auguro il meglio". Klinsmann, pero', non mandagiu' la designazione dell'algerino Djamel Haimoudi. "Parlafrancese e puo' rivolgersi ai belgi nella loro lingua, speronon rappresenti un problema - commenta - Ha fatto molto benenelle due partite che ha arbitrato finora, ma non sono felicedella sua designazione. Arriva da un Paese che era nello stessogirone del Belgio e che nello scorso Mondiale abbiamoeliminato. Gli lascio il beneficio del dubbio ma non capiscoquesta scelta della Fifa anche se so che e' difficile nominarel'arbitro giusto". (AGI)