Tasi, Codici: dall'Anci solo scuse



L'aumento della tassa sui servizi indivisibili sara' un bagno di sangue per le famiglie italiane

"Allarma la decisione di oltre 60 citta' capoluogo di assegnare l'aliquota media del 2,46 per mille per la Tasi - dichiara Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di Codici - soprattutto perche' a differenza dell'Imu, quest'ennesima tassa, si abbatte sulle famiglie con detrazioni piu' basse o, in molti casi, nulle".

"L'associazione dei comuni italiani non fa altro che scaricare il barile con Governo e Parlamento - continua Giacomelli - lamentando i tagli subiti negli ultimi anni e la scelta di eliminare l'Imu sull'abitazione principale".

"A farne le spese sono come al solito i cittadini - conclude - costretti a pagare aliquote piu' alte perche' le amministrazioni locali non sono capaci di recuperare i soldi in altri modi. A cominciare dal taglio degli sprechi".

9 settembre 2014