Svizzera: Hitzfeld "domani non sara' ultima gara..."

(AGI) - San Paolo, 30 giu. - "Non credo sara' la mia ultimapartita". Ottmar Hitzfeld sorride sornione e sogna lo sgambettoa Messi e compagni. Domani a San Paolo la sua Svizzera sfidal'Argentina per un posto nei quarti di finale e il tecnicotedesco ha voglia di posticipare il piu' in la' possibile lapensione. "Mi preparo sempre per andare avanti, attendo conansia la sfida di domani ma ci siamo preparati per raggiungerei quarti - avverte Hitzfeld, che a fine Mondiale lascera' lapanchina della Svizzera a Petkovic e si ritirera' - Per mequesto e'

(AGI) - San Paolo, 30 giu. - "Non credo sara' la mia ultimapartita". Ottmar Hitzfeld sorride sornione e sogna lo sgambettoa Messi e compagni. Domani a San Paolo la sua Svizzera sfidal'Argentina per un posto nei quarti di finale e il tecnicotedesco ha voglia di posticipare il piu' in la' possibile lapensione. "Mi preparo sempre per andare avanti, attendo conansia la sfida di domani ma ci siamo preparati per raggiungerei quarti - avverte Hitzfeld, che a fine Mondiale lascera' lapanchina della Svizzera a Petkovic e si ritirera' - Per mequesto e' uno dei punti piu' alti della mia carriera. Abbiamouna grande opportunita' per regalare al calcio svizzeroqualcosa di storico. Affrontare l'Argentina due volte campionedel mondo e' una sfida enorme per chiunque, e' qualcosa dispeciale. Ma noi siamo cresciuti, anche se contro la Franciaabbiamo preso tanti gol. Forse, pero', e' stato un bene, e'stata una sveglia, ci ha fatto capire che dovevamo aumentare ilnostro livello e gia' con l'Honduras si e' visto. Adesso ognigiocatore dovra' fornire una prestazione speciale e questo valeanche per la squadra nel suo complesso". La Svizzera non ha maibattuto l'Argentina e nell'ultimo test, nel febbraio 2012, haperso per 3-1 a Berna. Ma da allora, sottolinea Hitzfeld, sonocambiate tante cose e questo vale anche per la sua squadra,specie se confrontata a quella che nel 2010 supero' la Spagnanella fase a gironi. "Non si possono fare paragoni, oggiabbiamo uno stile diverso, una tattica diversa", aggiunge iltecnico dei rossocrociati, pronto ad affrontare anche ilpericolo Messi. "Crea problemi a qualsiasi difesa ma i problemiesistono per essere risolti - commenta - Ho fiducia in tutta lasquadra, sono ottimista". Guai, pero', a pensare chel'Argentina sia solo Messi e nemmeno l'assenza di Aguero vasopravvalutata: "hanno un potenziale enorme, Aguero e' forte malo e' anche Lavezzi. Siamo pronti per ogni eventualita'". .