Scoperto legame tra schizofrenia e cellule immunitarie cervello

(AGI) - Washington, 21 ott. - Le persone affette daschizofrenia, o a rischio di svilupparla, hanno livelli piu'alti di attivita' di alcune cellule immunitarie nel cervello.Questa scoperta potrebbe portare a una diagnosi precoce dellamalattia, permettendo ai medici di intervenire prima che isintomi diventino gravi. Queste le conclusioni di uno studiodel Medical Research Council Clinical Sciences Centredell'Imperial College di Londra. I risultati sono statipubblicati sull''American Journal of Psychiatry. E' il primostudio ad aver trovato un collegamento tra le celluleimmunitarie e la schizofrenia, una grave malattia mentale checolpisce ben 51 milioni

(AGI) - Washington, 21 ott. - Le persone affette daschizofrenia, o a rischio di svilupparla, hanno livelli piu'alti di attivita' di alcune cellule immunitarie nel cervello.Questa scoperta potrebbe portare a una diagnosi precoce dellamalattia, permettendo ai medici di intervenire prima che isintomi diventino gravi. Queste le conclusioni di uno studiodel Medical Research Council Clinical Sciences Centredell'Imperial College di Londra. I risultati sono statipubblicati sull''American Journal of Psychiatry. E' il primostudio ad aver trovato un collegamento tra le celluleimmunitarie e la schizofrenia, una grave malattia mentale checolpisce ben 51 milioni di persone in tutto il mondo. Questapatologia e' una delle principali cause di disabilita' negliadulti e i malati muoiono, in media, con 20 in anticiporispetto alle persone che non hanno la malattia. I sintomiincludono allucinazioni, paranoia, depressione e ritirosociale. "Le nostre scoperte sono particolarmente eccitantiperche' prima si sapeva solo che queste cellule si attivanoprima o dopo l'insorgenza della malattia", ha detto PeterBloomfield, autore principale dello studio. Per arrivare aqueste conclusioni i ricercatori hanno utilizzato un tipo discansione cerebrale chiamata tomografia ad emissione dipositroni (PET). Questa tecnologia e' in grado di misurarel'attivita' del sistema immunitario, nota anche comeinfiammazione. I ricercatori hanno individuato un tipo dicellule immunitarie, quelle della cosiddetta microglia, cherispondono ai danni e all'infezione nel cervello. Le celluledella microglia sono un tipo di cellule della glia che sioccupano della prima e principale difesa immunitaria attiva nelsistema nervoso centrale. Sono responsabili di un processo notocome "potatura", in cui le connessioni tra le cellule cerebralivengono riorganizzate per consentire alla cellule di lavorarenel miglior modo possibile. Studi precedenti hanno suggeritoche queste cellule possono essere coinvolte nella schizofrenia.Una delle teorie ipotizza che le cellule possono fare errorinella "potatura" e quindi sbagliare i collegamenti tra lecellule. Altri studi hanno collegato le cellule della microgliaad altre condizioni, tra cui la depressione e il morbod'Alzheimer. Nel nuovo studio si aggiunge un nuovo tassello. Iricercatori hanno coinvolto un gruppo di 56 persone, 14 dellequali classificate come ad alto rischio schizofrenia e 14avevano ricevuto una diagnosi della malattia. Il resto deipazienti e' stato utilizzato come gruppo di controllo. Ebbene,i ricercatori hanno scoperto che i livelli di attivita' dellecellule microglia nel cervello aumentano a seconda dellagravita' dei sintomi delle persone affette da schizofrenia."Questo e' uno studio promettente in quanto suggerisce chel'infiammazione puo' portare alla schizofrenia e ad altridisturbi psicotici", ha detto Oliver Howes, altro autore dellostudio. Ora i ricercatori propongono di verificare setrattamenti anti-infiammatori possono essere d'aiuto contro laschizofrenia. .