Scoperto legame tra "binge eating" e impulsivita'

(AGI) - New York, 29 mag. - Piu' si e' impulsivi e piu' si e'propensi al "binge eating" (abbuffate compulsive) quando ci siritrova ad affrontare sentimenti negativi. Almeno questo e'quanto emerso da uno studio della Michigan State Universitypubblicato sull'International Journal of Eating Disorders. Il"binge eating" e' il consumo incontrollabile di una grandequantita' di cibo in un breve periodo di tempo e dai risultatidello studio sembra avere uno stretto legame con unapersonalita' impulsiva. Per arrivare a queste conclusioni iricercatori hanno intervistato 612 gemelli di sesso femminile,di cui il 14 per cento

(AGI) - New York, 29 mag. - Piu' si e' impulsivi e piu' si e'propensi al "binge eating" (abbuffate compulsive) quando ci siritrova ad affrontare sentimenti negativi. Almeno questo e'quanto emerso da uno studio della Michigan State Universitypubblicato sull'International Journal of Eating Disorders. Il"binge eating" e' il consumo incontrollabile di una grandequantita' di cibo in un breve periodo di tempo e dai risultatidello studio sembra avere uno stretto legame con unapersonalita' impulsiva. Per arrivare a queste conclusioni iricercatori hanno intervistato 612 gemelli di sesso femminile,di cui il 14 per cento tendeva al "binge eating". Dall'analisidelle risposte e' emerso che le persone con questi problemialimentari, in genere, avevano la tendenza ad agireimpulsivamente di fronte a emozioni negative. "E' possibile chela relazione tra 'binge eating' e sentimenti negativi riflettacarenze nel controllo del comportamento sul mangiare", hannodetto i ricercatori. "Mangiare troppo puA² invece rappresentareuna maggiore sensibilita' agli effetti gratificanti del cibo",hanno aggiunto. I risultati dello studio potrebbero avereimplicazioni importanti per il trattamento di questo disturbodell'alimentazione. .