Ricerca: Dieta mamma prima concepimento influisce su salute figlio

(AGI) - Londra, 11 giu. - "Tu sei quello che mangi", recita unvecchio adagio popolare. Ma in realta' noi siamo quello chenostra madre mangia. Uno studio della London School of Hygiene& Tropical Medicine ha trovato un collegamento tra la dietaseguita da una donna prima di rimanere incinta e la salutefutura del suo bambino. Secondo quanto riportato dalla rivistaGenome Biology, quello che una donna mangia nelle settimaneprecedenti al concepimento potrebbe influenzare il rischio delsuo bambino di contrarre alcune malattie, tra cui l'influenza,l'Hiv e il cancro. In pratica, la dieta pre-concepimentosarebbe fondamentale.

(AGI) - Londra, 11 giu. - "Tu sei quello che mangi", recita unvecchio adagio popolare. Ma in realta' noi siamo quello chenostra madre mangia. Uno studio della London School of Hygiene& Tropical Medicine ha trovato un collegamento tra la dietaseguita da una donna prima di rimanere incinta e la salutefutura del suo bambino. Secondo quanto riportato dalla rivistaGenome Biology, quello che una donna mangia nelle settimaneprecedenti al concepimento potrebbe influenzare il rischio delsuo bambino di contrarre alcune malattie, tra cui l'influenza,l'Hiv e il cancro. In pratica, la dieta pre-concepimentosarebbe fondamentale. "Le potenziali implicazioni sono enormi",ha detto Andrew Prentice, uno degli autori dello studio. Iricercatori hanno coinvolto nella ricerca 20 donne provenientidalle aree rurali dell'Africa occidentale, dove le dietecambiano spesso tra la stagione umida e quella secca. Meta'delle donne del campione ha concepito al culmine della stagionesecca, l'altra meta' invece al culmine della stagione dellepiogge. I ricercatori hanno poi misurato i nutrienti presentinel sangue della donna poco dopo in gravidanza. Poi, quandosono nati i figli, gli studiosi hanno analizzato il loro Dna.Lo studio non si e' focalizzato sul codice genetico, ma sullemodificazioni epigenetiche, quei "segni" che influenzano come equando un gene diventa attivo. L'attivazione o meno dei genipuo' causare problemi. Per il gene chiamato VTRNA2-1, questi"segni" vengono fissati nei primi giorni di vita. Ebbene, neibambini concepiti durante la stagione secca, quando il cibo erapiu' abbondante, il gene e' risultato piu' attivo. Nel suostato di elevata attivazione, VTRNA2-1 protegge dal cancro.Quando invece e' meno attivo, come nei bambini concepitidurante la stagione delle piogge, per il corpo e' piu' facileallontanare i virus dell'influenza e quello dell'HIV. Leinfezioni sono un "big killer" in Africa e questa scopertapotrebbe contribuire a spiegare perche' i bambini concepiti inGambia durante la stagione secca tendono a morire giovani.(AGI)