Presidente Cuaron: piccoli scontri tra noi ma giuria generosa

(AGI) - Venezia, 12 set. - "Abbiamo discusso sui film, ci sonostati piccoli scontri tra di noi, ma siamo stati fortunatiperche' eravamo un gruppo dotato di grande generosita'nell'ascoltare il punto di vista degli uni e degli altri". Ilpresidente della Giuria della 72esima Mostra Internazionaled'Arte Cinematografica di Venezia, Alfonso Cuaron, rivela chele scelte non sono state facili. A vincere il festival sonostati due film sudamericani, 'From Afar' (Leone d'Oro) ed 'ElClan' (Leone d'Argento) e Cuaron e' messicano: inevitabilepensare alla sua influenza nel verdetto finale. "Mi hannoriempito di soldi - afferma ironicamente

(AGI) - Venezia, 12 set. - "Abbiamo discusso sui film, ci sonostati piccoli scontri tra di noi, ma siamo stati fortunatiperche' eravamo un gruppo dotato di grande generosita'nell'ascoltare il punto di vista degli uni e degli altri". Ilpresidente della Giuria della 72esima Mostra Internazionaled'Arte Cinematografica di Venezia, Alfonso Cuaron, rivela chele scelte non sono state facili. A vincere il festival sonostati due film sudamericani, 'From Afar' (Leone d'Oro) ed 'ElClan' (Leone d'Argento) e Cuaron e' messicano: inevitabilepensare alla sua influenza nel verdetto finale. "Mi hannoriempito di soldi - afferma ironicamente il regista di'Gravity' - la nostra e' stata una votazione democratica, ilmio voto equivale a quello degli altri membri. Anche volendoorganizzare una cospirazione non sarebbe servito a nulla". Ilgiurato italiano, il regista Francesco Munzi, risponde a meta'alla domanda sui film di casa nostra: se per caso erano statopresi in considerazione, al di la' dell'interpretazione diValeria Golino. "Non mi sembra utile parlarne - rispondediplomatico -. Il palmares parla da solo. Barbera mi ha dettodi non dire nulla ne' durante il festival, ne' ora. Io accettola regola del direttore". .