Piu' a rischio depressione per le donne in posizione di potere

(AGI) - Washington, 20 nov. - La salute mentale delle donne chehanno potere sul posto di lavoro, come quello di assumere olicenziare un dipendente, e piu' a rischio rispetto a quelladelle donne con una carriera ancora inferiore. Al contrario,gli uomini che hanno una certa autorita' sul posto di lavoro sisentono meglio. Almeno questo e' quanto emerso da uno studiodell'Universita' del Texas, pubblicato sulla rivista Journal ofHealth and Social Behaviour. Per arrivare a queste conclusionii ricercatori hanno studiato 2.800 uomini e donne di mezza eta'che facevano parte della Wisconsin Longitudinal Survey, un

(AGI) - Washington, 20 nov. - La salute mentale delle donne chehanno potere sul posto di lavoro, come quello di assumere olicenziare un dipendente, e piu' a rischio rispetto a quelladelle donne con una carriera ancora inferiore. Al contrario,gli uomini che hanno una certa autorita' sul posto di lavoro sisentono meglio. Almeno questo e' quanto emerso da uno studiodell'Universita' del Texas, pubblicato sulla rivista Journal ofHealth and Social Behaviour. Per arrivare a queste conclusionii ricercatori hanno studiato 2.800 uomini e donne di mezza eta'che facevano parte della Wisconsin Longitudinal Survey, uncampione di persone seguite da quando si sono laureate nel1957. In questo modo gli studiosi hanno potuto osservarel'effetto dell'autorita' sul posto di lavoro nel 1993 (all'eta'di 54 anni) sull'eventuale variazione di sintomi depressivifino al 2004 (all'eta di 64 anni). "Le donne con posti dilavoro autorevoli - ha detto Tetyana Pudrovska, autrice dellostudio - hanno significativamente piu' sintomi di depressionerispetto alle donne senza questo potere. Al contrario gliuomini che hanno autorita' nei posti di lavoro hanno menosintomi di depressione rispetto agli uomini senza questopotere". Secondo i ricercatori, le donne con un lavoroautorevole possono incontrare resistenza da parte dei colleghie questo potrebbe favorire la frustrazione e, di conseguenza,uno stato mentale negativo. Al contrario della leadershipmaschile, socialmente piu' accettata e considerata unasituazione normale. "Abbiamo bisogno di affrontare ladiscriminazione di genere, l'ostilita' e i pregiudizi contro ledonne leader per ridurre i costi psicologici", ha conclusoPudrovska. (AGI).