PADRE LOMBARDI, SULLA FOLLA NON FACCIAMO PREVISIONI

(AGI) - CdV - I pellegrini in arrivo a Roma sono moltecentinaia di migliaia (certamente alla fine supereranno ilmilione) e la Sala Stampa della Santa Sede non e' in grado difornire dati ufficiali ne' una attendibile previsione delnumero dei fedeli che affluiranno in piazza San Pietro per labeatificazione di Wojtyla il primo maggio. "Non forniamo cifreufficiali, stiamo a vedere", ha detto il portavoce vaticano,padre Federico Lombardi in un briefing dedicato all'evento."Abbiamo sempre parlato - ha ricordato il gesuita - di alcunecentinaia di migliaia di persone, e' verosimile, ma poi e'possibile

(AGI) - CdV - I pellegrini in arrivo a Roma sono moltecentinaia di migliaia (certamente alla fine supereranno ilmilione) e la Sala Stampa della Santa Sede non e' in grado difornire dati ufficiali ne' una attendibile previsione delnumero dei fedeli che affluiranno in piazza San Pietro per labeatificazione di Wojtyla il primo maggio. "Non forniamo cifreufficiali, stiamo a vedere", ha detto il portavoce vaticano,padre Federico Lombardi in un briefing dedicato all'evento."Abbiamo sempre parlato - ha ricordato il gesuita - di alcunecentinaia di migliaia di persone, e' verosimile, ma poi e'possibile che vengano persone senza essersi prima iscritte. Tradue giorni avremo visto quel che succede". Come e' noto il prefetto di Roma, Giuseppe Pecoraro, haparlato di "almeno un milione di persone", mentre l'OperaRomana Pellegrinaggi, che organizza l'evento per conto delVicariato di Roma, aveva detto un mese fa che le prenotazionierano 300mila. Da domani all'una, intanto, piazza San Pietro e via dellaConciliazione saranno chiuse per preparare il luogo e compiervile necessarie operazioni di sicurezza. La zona rimarra'sigillata - salvo ai giornalisti accreditati e alle personeautorizzate - fino alle 5.30 di mattina di domenica primomaggio. A quel punto i fedeli potranno entrare per assisterealla beatificazione che avra' inizio alle 10.30, dopo un'ora emezza di canti e preghiere di preparazione. Ai giornalistiaccreditati - oltre 2.300 - e' stato consigliato di presentarsialle sale stampa predisposte prima dell'apertura dei varchi. Cifre sulla beatificazioni le ha fornite invece ilportavoce del Vicariato, don Walter Insero, ma relative alle"Sentinelle digitali", cioe' ai giovani che si sono fattianimatori dell'evento su Internet. "L'appello lanciato il 5aprile scorso - ha detto il sacerdote - ha avuto una ottimaaccoglienza e risonanza mediatica. Sono molti i bloggeramericani, italiani, spagnoli che hanno scritto e si sonocollegati con i nostri canali. Quasi 1000 persone, (opinionleader, giornalisti specializzati, reporter) sono pronte aseguire il nostro live su Twitter". "Piu' di 3000 persone suFacebook stanno popolando i nostri gruppi di Sentinelle", haaggiunto assicurando che si e' risocntrato sul Web "grandissimoentusiasmo". "Molti - ha concluso - hanno richiesto dicostituire gruppi stabili che operino sul WEB anche dopo questoevento, alcuni hanno proposto di convocare un raduno nazionaledelle "sentinelle digitali" presso un santuario. Sono stateveicolate quasi 40.000 cartoline digitali con frasi di GiovanniPaolo II rivolte ai giovani, grazie al nuovo servizioPope2You". (AGI).