OGM, Codici: urgente un incontro al CNSA

L'accordo raggiunto dai paesi Ue sui prodotti geneticamente modificati espone il nostro paese a molteplici rischi. L'Associazione chiede un confronto presso il consiglio nazionale della sicurezza alimentare per discutere il tema

La tutela dei consumatori italiani e' messa a dura dal nuovo accordo trovato a Bruxelles sui prodotti OGM. In virtu' di tale intesa ciascun paese membro dell'Unione avra' maggiore flessibilita' nella limitazione o nel divieto degli alimenti modificati.

"Chiediamo nel piu' breve tempo possibile una riunione del comitato nazionale sicurezza alimentare (CNSA) - annunciano Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale CODICI, e Matteo Pennacchia Responsabile dell'Agroalimentare dell'Associazione - al fine di discutere assieme ai membri dei ministeri della Salute, delle Politiche agricole, dello Sviluppo Economico e dell'Istituto Superiore di Sanita' la strategia che il nostro Paese vorra' adottare, per fornire definitivamente trasparenza ai consumatori, soprattutto riguardo la delicatissima questione della contaminazione delle coltivazioni OGM verso quelle tradizionali".

Roma, 5 dicembre 2014